Soluzioni alternative all’hotel: quando il viaggio fa rima con emozione

articoli home / slide home / Travel / Trends / maggio 21, 2018

Soluzioni alternative all’hotel – Faralda crane hotel Amsterdam

Non solo hotel o meglio non solo hotel inteso nella sua accezione più classica

Il mercato del turismo guarda avanti e offre soluzioni alternative al tradizionale albergo così come siamo abituati a viverlo. Per chi della vacanza vuole farne un’ esperienza unica, fuori dall’ordinario.

O semplicemente per chi desidera staccare la spina e rimettersi in contatto con il proprio io più profondo.

Del resto, come asseriva il filosofo e naturalista Herman Keyserling, “la via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo.”

 Quando il viaggio fa rima con emozione

Immaginatevi di svegliarvi guardando il suggestivo paesaggio circostante dall’alto di una gru. O di addormentarvi sotto un luminoso manto di stelle. Oppure ancora di soggiornare all’interno di una bolla trasparente nel bel mezzo della natura. Tutto questo oggi è possibile. Per il viaggiatore contemporaneo, alternativo e curioso sempre alla ricerca di esperienze inedite. Ma anche semplicemente per chi vuole ricaricare le pile, le possibilità sono davvero tante.

Viste panoramiche dal paradiso

Dormire in una gru o dentro una bolla trasparente? Idromassaggio, bungee jumping e un’immersione nel lusso.

Una vecchia gru, alta 50 metri, sapientemente rimessa a nuovo, può regalare emozioni inaspettate. Succede ad Amsterdam in Olanda al Faralda Crane Hotel dove una gru dismessa ha lasciato spazio a comode e lussuose camere da letto. Non lasciatevi ingannare dalla struttura ferruginosa visibile dall’esterno, all’interno, i design hanno fatto un ottimo lavoro. L’emozione in più? Una vista spettacolare su Amsterdam.

Se invece amate il campeggio, ma non tutte le scomodità che comporta un soggiorno in tenda, si potrebbe optare per le camere a forma di grandi bolle trasparenti immerse in una sorta di bosco incantato. Una soluzione offerta dall’hotel della catena Attrap Reves. Il primo albergo di questo genere è sorto in Francia vicino a Marsiglia. Si tratta di un progetto eco-friendly, realizzato con materiale riciclabile. Le bolle essendo trasparenti permettono di vivere un’esperienza magica: godere della natura circostante e addormentarsi guardando le stelle.

Un sonnellino in pieno giorno nella città che non dorme mai

Ma il turismo esperienziale non finisce qui. Avete bisogno di una sosta rigenerante nel bel mezzo di Manhattan? Oggi è possibile. Si chiama Nap York (480 7yh Avenue) ed è una struttura sui generis, una sorta di centro benessere dove newyorkesi e turisti possono concedersi un pisolino, anche in pieno giorno. La wellness spa, infatti, comprende 10 “nap pods” ovvero 10 cubicoli dove poter schiacciare un sonnellino ristoratore o semplicemente rilassarsi un po’. Il tutto al costo di 10 dollari ogni mezz’ora.

I nap pods sono dotati di coperte, un libro dedicato al sonno e un tetto di stelle. L’atmosfera è davvero rilassante e rigenerante. Ci si sente come immersi in un’ oasi di verde circondati da grandi vetrate da cui è possibile ammirare il centro di New York. Si può anche ordinare un caffè o uno snack online, senza dover interagire con nessuno.

Tornare bambini con la casa sull’albero

 La Casa Sull’Albero si trova in Lombardia: un hotel molto suggestivo in quel di Malgrate (Lc), in cui la natura, non solo si osserva, ma si vive in prima persona. Grazie ad una bellissima vista sul lago di Como, ma soprattutto grazie alle suite realizzate con pareti trasparenti dove è possibile immergersi nel parco di alberi secolari circostante.

La struttura immersa nel verde e nel più completo silenzio, è moderna,ma dallo stile minimal e curata in ogni singolo dettaglio.Se invece siete alla ricerca di luoghi caratteristici o a tema in Italia, non avete che l’imbarazzo della scelta.

Un soggiorno all’insegna  del cioccolato

A proposito di hotel particolari, per gli amanti del cioccolato l’Etruscan Chocohotel di Perugia è sicuramente il posto giusto. Non appena varcherete la soglia di questo albergo sarete infatti piacevolmente catturati dall’aroma intenso del cioccolato. Le stanze? Sono interamente arredate con armadi letti e quant’altro a forma di barrette di cioccolato o baci perugina. Insomma un vero e proprio sogno per i viaggiatori più golosi. Per finire, all’interno dell’hotel non poteva mancare un chocostore.

Una notte al museo

Se vi piace l’arte, l’Art Hotel Atelier sul mare a Castel di Tusa (Me), in Sicilia è quello che fa per voi. Un hotel in un affascinante borgo siciliano che è anche un museo e una galleria d’arte. Il loro motto? “ Il sogno di tanti: passare la notte all’interno di un museo per addormentarsi dentro un’opera d’arte.” Ogni stanza, infatti, ospita opere di artisti contemporanei. Per un soggiorno all’insegna della pittura, della scultura e dell’architettura. Anche gli spazi dell’hotel sono stati concepiti in modo inedito: dalle suite metalliche al fienile ogni stanza si fa portavoce di un messaggio dell’autore. Al viaggiatore di turno, il compito di decifrare il messaggio.

Iper tecnologia portami via

Per gli iper tecnologici, tappa obbligata a Roma agli iRooms, hotel situati in luoghi centrali e caratteristici della città eterna (Piazza Navona, Fori Imperiali, Piazza di Spagna, Colosseo, Musei Vaticani, Pantheon ecc). Camere futuristiche e design all’avanguardia con vasche idromassaggio, doccia con cascate, Jacuzzi e cinema, grotta spa, wi-fi gratuito. Senza dimenticare le luci a led e l’ iPad a disposizione in tutte le stanze con il quale è possibile regolare le luci della camera e scegliere la propria ambientazione preferita.

Dall’altra parte del mondo

Se invece siete affascinati da culture lontane l’esperienza che fa per voi potrebbe essere un soggiorno in una yurta mongola. Succede nel borgo Val di Taro in provincia di Parma dove è possibile risvegliarsi magicamente“dall’altra parte del mondo”, a stretto contatto con la natura.

Le yurte sono le abitazioni tradizionali delle popolazioni asiatiche, semplici e confortevoli. Quelle dell’agriturismo agricampeggio Villaggio Yurta di Cà Cigolara, oltre ad essere ecologiche, sono dotate di ogni comfort. La ristorazione, tipica emiliana, è realizzata con prodotti bio dell’azienda. La struttura si trova al confine con l’Oasi dei Ghirardi, riserva gestita dal WWF ed è immersa nel verde.

Una vacanza al faro

Sardegna Il Faro

Preferite alloggiare in un faro?

Il faro Capo Spartivento in Sardegna regala l’esperienza di sentirsi per una notte come un tipico “guardiano del faro” e di vedere da vicino la magia del bellissimo mare della Sardegna.

Tradizioni extra-hotel, un evergreen

Se siamo amanti degli hotel originali, sono molto suggestive anche le strutture caratteristiche della tradizione italiana adibite oggi ad albergo. In Puglia ad esempio è possibile dormire nei trulli, mentre in Sardegna ci si può coricare in un pinetto (o coile).

Si tratta della tipica abitazione sarda utilizzata in campagna come giaciglio per i pastori. La base è in pietra ed è ricoperta da un cono realizzato con legno e canne. Molti di questi alloggi tipici sono stati riconvertiti, oggi, in strutture alberghiere dotate di ogni comfort. Come il B&B Supramonte a Orgosolo (Nu) inserito in un ampio giardino mediterraneo, all’ombra di lecci secolari, dove è possibile anche gustare gli antichi sapori della barbacina in un pranzo tipico con i pastori. Per vivere al meglio la propria vacanza a stretto contatto con le tradizioni più antiche della Sardegna.

Insomma si tratta di vacanze alternative dedicati a chi ama immergersi nella storia del paese che visita. Del resto sempre più spesso l’albergo non è più soltanto un semplice alloggio dove coricarsi al termine della giornata, ma diventa la parte più significativa dell’esperienza viaggio.

Articolo realizzato da Sharing Tourism magazine che si occupa di turismo, accoglienza e ristorazione.