Simone Mencherini gioielli, l’arte in una conchiglia

Art & Design / Trends / febbraio 22, 2017

L’artigiano orafo che racconta il mare

Simone Mencherini gioielli - Pendente Nautilus USB Argento Smalto Oro Rubini

Simone Mencherini gioielli – Pendente Nautilus USB Argento Smalto Oro Rubini

La Galleria Open One di Pietrasanta (Lucca)  ha ospitato l’esposizione dell’artigiano orafo Simone Mencherini e di Elisabetta Rogai

Simone Mencherini Gioielli, artigiano orafo dell’Impruneta, per lui una nuova storia, nuove emozioni, lavori nuovi in partner con Elisabetta Rogai, l’artista curiosa ed eclettica, affascinante come la luna. Insieme a lei, dopo una collaborazione per la realizzazione del Drappellone del Palio, l’ anello raffigurante la città di Siena creato durante il Palio, è nata una affascinante partnership che va oltre, dal titolo della mostra della Rogai – Donne Oltre. Su un prato verde smeraldo di Pietrasanta, dominato da enormi giganti di marmo bianco di Carrara della Bovecchi Marmi, l’artista dà il via ad una nuova tecnica, EnoArte su Marmo, quella di dipingere con il vino sul  marmo, il candore delle lastre la portano a dare luce e colore, velature e flash emozionali, fatti con il vino per nuove prove d’artista, su tele immaginarie. Spicca sul prato un corner sicuramente d’effetto, dove l’arte è sicuramente di casa, si scorge nei dettagli dei gioielli  di Simone Mencherini, dettagli  che parlano di qualcosa di diverso, unico, sorprendente.

Simone Mencherini gioielli - Bracciale Thaiti

Simone Mencherini gioielli – Bracciale Thaiti

Opere posate su un prato verde, come negli angoli più reconditi della mente, sono fissate da leggerezza e trasparenza, su assurdi manichini creati con la rete di un pollaio, immagini e racconti fantastici nei quali gli occhi e il cuore di Simone Mencherini si sono fissati, posati con leggerezza come farfalle, uno sbattere di ali….e il prodigio si compie. Dalle mani di questo orafo colto vengono fuori, come flash back, tutti i suoi ricordi, le rane, i girasoli, fiori e animali, foglie, pampini d’uva e in questa serata fantastica sotto le stelle Mencherini scorge il mare, profondo, scrigno di gioielli dove rubare le fantasie, dove scorgere conchiglie e sirene, onde e guizzi di mare, richiami e ricami, bagliori lucenti, riccioli come lacrime di acqua di mare, trovando una eleganza che resta immutata, senza tempo, li plasma a suo piacimento, vivendoli, animandoli, le pietre preziose e l’oro sono un mezzo e non un fine, usa le pietre preziose per fare un racconto, della sua vita…..

E mentre l’artista Rogai gioca con le declinazioni dell’arte, con un messaggio ironico, fiabesco, sorprendente, nel modo più semplice, rubando i colori dalla natura usando il vino come colore  sovvertendo le regole, li lascia, come ricordi indelebili, sulla seta, sul jeans, sul cachmere, creando un collage , fantastico, fatto di oggetti e pensieri creati con arte, ma anche suoni e sapori, profumi toscani, con amore e sapienza, che solo le donne sanno fare, perché è di arte che si parla, l’arte e l’oreficeria più raffinata di Simone Mencherini Gioielli, ricucendo e sovrapponendo immagini, in una notte magica di cose, oggetti, arte, moda, fragranze couture, musica e suoni magici, gioielli, sapori gourmet, sogni…..

www.simonemencherinigioielli.it