Salvatore Morgante alla XI Biennale internazionale di Roma

Art & Design / articoli home / slide home / febbraio 2, 2016

 

Fuga nell'intimo

Salvatore Morgante – “Fuga nell’intimo”

Salvatore Morgante  e le emozioni dell’anima. Dopo varie exhibitions in Italia, Cina e negli UE, Morgante arriva alla XI Biennale internazionale di Roma. “L’impressione e le emozioni generano sublime materia nell’arte di Salvatore Morgante –  afferma il critico Paola Simona Tesio –  e “l’inafferrabile traccia” si trasforma, grazie alla sua abilità e al suo puro sentimento, in pulsante e viva autenticità.” “Sentivo l’impulso di creare per dar vita ai sentimenti. La mia arte è fatta di momenti, sensazioni, emozioni; stati d’animo che riverso sulla tela attraverso il colore, la materia, il gesto. Un impulso irrefrenabile mi costringe a creare, la mia vita e la mia arte sono oggi un tutt’uno. Ogni cosa è motivo d’ispirazione: una frase, un pensiero, un suono, un profumo, un colore. I luoghi, il tempo e lo spazio influenzano le mie creazioni, ne diventano parte integrante”. Così Salvatore Morgante descrive il suo lavoro, che in pochissimo tempo lo ha portato ad essere “il pittore dell’anima” con exhibitions internazionali da vero artista. Dal suo esordio ha partecipato a numerose esposizioni di rilievo, aggiudicandosi il terzo premio della prima edizione “Terra Furoris”. Dalla Cina a Dubai, lo scorso 21 Gennaio è arrivato ad essere selezionato alla XI Biennale di Roma, evento di rilevanza internazionale, cui ha partecipato proponendo un ritratto astratto di Whitney Houston, Diva e Musa ispiratrice che ha voluto omaggiare con sua arte. Di recente è stato invitato ad esporre a Milano, New York e Parigi; oggi più di prima, il suo futuro lo vede composto di sole emozioni. Luisa Trenta Musso, noto critico internazionale, si esprime così parlando di Morgante: “Leggere i dipinti di Salvatore Morgante è una strabiliante avventura. Come un discorso infinito, una favola infinita. Come assistere all’incipit della creazione. In principio era il caos. In principio, nel genio creativo di questo artista, è il colore. Un abbagliante vortice centripeto e centrifugo di colori nel cui grembo c’è il travaglio della forma che verrà alla luce. Il dolore, congiunto alla gioia, della vita. Tutto questo è esploso dentro l’occhio dell’anima e della mente di questo artista completo”.

Sentivo l’impulso di creare per dar vita ai sentimenti. La mia arte è fatta di momenti, sensazioni, emozioni