Paola Frani: la stilista racconta in un’intervista i must dell’estate e svela i segreti dell’eleganza

articoli home / Rock & Vogue / slide home / Trends / maggio 26, 2014

Schermata 2014-05-19 alle 15.50.12

Tessuti pregiati, creatività e personalità.  Nello stile  di  Paola Frani,  che ha fatto della moda il suo marchio di successo nel mondo, c’è tutto il prestigio del made in Italy. La stilista cesenate ha sempre valorizzato una femminilità moderna. Nelle sue creazioni non manca mai un tocco decisamente  al femminile, uno scollo, un drappeggio, un dettaglio. E anche la nuova collezione primavera-estate 2014 non si smentisce in questo senso. Architetture botaniche in coloiri en plein air, eco-materiali in versione design, suoni cristallini ed elettronici. Una collezione di forte impatto  ispirata ai colori della natura. La stilista ha dato vita  a un  geo-giardino  dove le forme si scompongono, si geometrizzano e si imprimono su corpi in evoluzione. Capelli raccolti come tratto romantico e coroncine chic botanique. Vegetale-intellettuale, la silhouette  si arricchisce di dettagli sempre più grafici, le linee si fanno sofisticate e ricercate. È un appeal geo-grafico che mixa il “naturale” e il “concettuale”, l’arte e il design. È un luogo geografico dove l’essere “naturale” viene rivisitato in chiave moderna, dove colori e volumi si ritrovano dotati di un nuovo segno stilistico.

Che cos’è l’eleganza?  Quanto è legata  all’abito che si indossa e quanto invece è legata  al  sentirsi bene dentro?

«L’eleganza – risponde la stilista – è inscindibile dall’abito: è il nostro biglietto da visita nei primi 30 secondi. L’eleganza è comunque un’indole naturale della personalità e del carattere».

A cosa si ispira la sua  collezione estiva? Quali abiti e tessuti ha privilegiato? E quali sono invece i colori che ha scelto?

«La collezione primavera/estate 2014 è un inno grafico alla natura nelle stampe e nei tessuti. Ho usato soprattutto sete e organze come nell’abito a ruota devoré e rombi con scollo totale  che ha aperto la sfilata. Due le gamme colori: il verde vegetale che sfuma con il blu e il ciclamino con l’arancio carminio, la cui massima espressione è data dalla stampa macrofiori gioiello».

Quali sono i must per quel che riguarda la moda dell’estate 2014?

«Il must è dato sempre più dal full colour soprattutto nelle stampe floreali».

Che cos’ha in più la moda  made in Italy in generale e  romagnola in particolare per essere così apprezzata anche all’estero?

«La moda made in Italy viene riconosciuta per l’alta artigianalità, il gusto e i bei tessuti. La Romagna è una terra di mare e per questo è una regione ricettiva, aperta e sempre all’avanguardia nelle tendenze».

Per raggiungere il successo nel campo della moda cosa è indispensabile?

«Essere visionari, avere sensibilità e gusto estetico, talento, determinazione , capacità, innovazione e coraggio».

Cosa non deve mancare nel nostro armadio questa estate?

«Direi un abito, una giacca o una T-shirt a righe, del denim (e non solo il 5 tasche) e sneakers colorate anche abbinate a  un pantalone a uomo o a un abito importante ed elegante».

Un consiglio per personalizzare e dare un tocco in più all’abito che si indossa?

«Un abito più semplice può diventare interessante con un macro accessorio come una collana gioiello o scarpe che catalizzano lo sguardo e non passano inosservate».

Quali sono, invece, le tendenze per il prossimo autunno?

«Pulizia delle forme e tagli sugli abiti anatomici in jersey tecno-compatto, lana-vernice craquelé per cappotti over , broccati con jacquard lamè per pantaloni e casacche minimali. Ancora black & white soprattutto per la stampa pixel in un sofisticato intreccio rami».

 

Clicca qui per vedere il pdf della collezione S/S 2014 di Paola Frani

Felicità è trovarsi con la natura, vederla, parlarle.
Lev Tolstoj